Fibrosi Cistica Emilia

“MEZZAPASTIGLIA” titolo ironico per la Pièce teatrale che parla di fibrosi cistica

Grazie all’idea nata dalla passione per il teatro di Mario nostro associato, e dal desiderio di parlare di persone con disabilità non visibile come la fibrosi cistica è nata la brillante commedia “Mezzapastiglia” scritta da Michele Cremonini Bianchi, cremonese doc. Mario insieme alla Compagnia Teatrale “Il Canovaccio” di Cremona portano in scena la commedia in Prima Nazionale, il 7 maggio 2018, presso il Teatro FILO di Cremona, al termine della rassegna di Teatro Amatoriale FILO BENEFICO 2018.

La commedia oltre a divertire con ironia porta lo spettatore a riflettere sulla fibrosi cistica ma anche su temi che coinvolgono tutti.

Il protagonista, Mario Buzziconi, è affetto dalla più diffusa malattia genetica degenerativa grave, la Fibrosi Cistica: che comporta anche vari problemi collaterali soprattutto alla vista ed all’udito. Tuttavia Buzziconi lavora in un ufficio super-segreto con il compito di controllare gli armamenti nucleari di tutto il mondo al fine di evitare una distruzione apocalittica.

Seppur emarginato e ridicolizzato dai suoi colleghi, riuscirà alla fine a salvare il mondo con “un’idea geniale”. Dimostrerà così che anche le persone con particolari problemi e costrette a fare i conti ogni giorno con la morte, possono rendersi utili all’umanità favorendo anche le relazioni sociali.

Gli attori vogliono con questa commedia diffondere la conoscenza della Fibrosi Cistica e promuovere sentimenti di amicizia e solidarietà nei confronti delle persone con disabilità.

Quest’anno tutte le rassegne della Società Filodrammatica Cremonese sono interamente dedicate alla Fondazione Aiuti per le Malattie Rare Onlus – A.R.M.R che promuove la Ricerca e lo Studio per la cura e la terapia delle Malattie Rare e raccoglie fondi per assegnare borse di studio a ricercatori italiani e stranieri che operano presso l’Istituto per le Ricerche Farmacologiche Mario Negri e i Centri di Ricerche Cliniche per le Malattie Rare “Aldo e Cele Daccò” in Ranica e “Anna Maria Astori” al Kilometro Rosso in Bergamo.